Menu

PERCHÉ GLI ANALISTI SONO RIALZISTI SU BITCOIN NONOSTANTE LA CHIUSURA SOTTO IL LIVELLO CHIAVE DI $11.700

Leave a comment

PERCHÉ GLI ANALISTI SONO RIALZISTI SU BITCOIN NONOSTANTE LA CHIUSURA SOTTO IL LIVELLO CHIAVE DI $11.700
Rate this post
  • Bitcoin ha mostrato alcuni segnali contrastanti agli investitori negli ultimi tempi
  • Nonostante abbia visto un intenso bullismo durante l’ultima settimana mentre passava dalla regione dei 10.000$ ad un massimo di 12.000$, gli analisti rimangono ancora cauti riguardo a dove potrebbe andare a finire la prossima volta.
  • La loro attuale mancanza di bullismo affonda le sue radici nell’incapacità della crittovaluta di chiudere la sua candela settimanale sopra gli 11.700 dollari.
  • Si tratta di un livello storicamente importante che gli analisti hanno seguito da vicino negli ultimi due giorni
  • Detto questo, ha comunque mantenuto il suo cruciale supporto macro di 10.600 dollari – portando un top trader a rimanere ottimista

Il Bitcoin e il mercato aggregato delle criptovalute sono attualmente in una posizione relativamente buona nonostante il forte selloff visto solo due giorni fa.

BTC è ora entrata in quella che potrebbe essere, in ultima analisi, una fase di consolidamento all’interno della regione a meno di 11.000 dollari.

I compratori sono stati in grado di pettinare questa regione con un forte sostegno, dato che anche la forte pressione di vendita che si è verificata a seguito del rifiuto di 12.000 dollari non è stata sufficiente a farla scendere sotto gli 11.000 dollari.

Un analista sta ora notando che ritiene che il crypto rimanga forte fintanto che continua a tenere al di sopra della regione di metà dei 10.000 dollari.

BITCOIN SI CONSOLIDA ALL’INTERNO DELLA REGIONE INFERIORE A 11.000 DOLLARI DOPO IL RIFIUTO A 12.000 DOLLARI

Al momento della scrittura, Bitcoin Billionaire è in crescita di poco più dell’1% al suo attuale prezzo di 11.225 dollari. Questo segna un leggero aumento rispetto ai minimi giornalieri di 11.000 dollari che sono stati fissati ieri quando gli orsi hanno tentato di accendere una vendita a breve termine.

L’ardente difesa di questo supporto dai tori è un segno positivo, in quanto dimostra che hanno ancora il sopravvento sugli orsi.

Un analista ha spiegato che il rifiuto di 12.000 dollari ha colpito la struttura tecnica della crittovaluta di riferimento, tuttavia, non essendo riuscito a chiudere la sua candela settimanale al di sopra del livello storicamente importante di 11.700 dollari.

L’analista ha offerto il grafico sottostante che mostra il rifiuto che si è verificato appena sopra questo livello.

Come si è visto in precedenza, i precedenti rifiuti a questo livello – come quelli visti l’estate scorsa – hanno avuto gravi implicazioni per la crittovaluta.

PERCHÉ GLI ANALISTI RESTANO OTTIMISTI SUL FATTO CHE SONO IMMINENTI ULTERIORI MIGLIORAMENTI

Nonostante la potenziale debolezza causata dalla rottura al di sotto di 11.700 dollari, un altro analista ha recentemente spiegato che l’alto time frame chiude al di sopra del supporto settimanale di Bitcoin a 10.600 dollari e il supporto mensile tra i 10.000 e i 10.700 dollari lo colloca in una posizione di forza.

„Mensile e settimanale chiuso al di sopra della resistenza. Supporto settimanale a $10600, supporto mensile $10700-$10000. Finché non otteniamo HTF chiude sotto cercando acquisti intorno a quei supporti e puntare più in alto è sano di mente“.

Se i 12.000 dollari finiscono per segnare un massimo locale seguito da una tendenza al ribasso a breve termine, la reazione di Bitcoin a questi livelli sarà fondamentale per comprendere le sue prospettive a medio termine.